24 Febbraio

Dopo aver trascorso la mattinata alla fiera "Liberamente" di Ferrara, nel pomeriggio ci spostiamo a Cento dove sostiamo al parcheggio in Piazzale 7 F.lli Govoni (N 44.72855 - E 11.81283) dove ci sono dei posti riservati ai camper con scarico e acqua. In 10 minuti siamo in centro dove fervono i preparativi per la chiusura del carnevale di domani per cui la piazza Ŕ ingombra di strutture come palchi e pannelli luminosi che ci impediscono di ammirarne la bellezza. Proseguiamo la passeggiata fino alla Rocca che troviamo aperta e visitabile gratuitamente, le sale sono allestite per le rappresentazioni in costume di domani. Visto che domani con la sfilata ci sarÓ parecchia confusione preferiamo spostarci per dormire ad Argenta. Arriviamo all'ora di cena e girovaghiamo un po' con il camper alla ricerca dell'area dedicata ai nostri mezzi, essendo buio non riusciamo a trovarla anche se le coordinate ci portano sempre in via Galassi pertanto parcheggiamo sul piccolo parcheggio lato strada in quanto il luogo sembra molto tranquillo..
Km percorsi 37 (dalla fiera di Ferrara)

25 Febbraio

Al mattino usciamo per visitare il centro e scopriamo che l'area camper Ŕ a pochi passi da noi su uno sterrato lato strada a destra non segnalata in strada (N 44░ 36' 45" - E 11░ 50' 22"). La cittadina non offre molto a livello architettonico in quanto Ŕ stata distrutta dalla II░ guerra mondiale e quindi ricostruita in tempi recenti. Sicuramente merita una visita con la bella stagione per visitare le sue Valli con il museo della bonifica e delle valli e il museo civico. Dopo la passeggiata ci muoviamo verso la Delizia Estense del Verginese, una delle poche Delizie visitabili perchŔ la maggior parte o Ŕ privata o Ŕ chiusa a causa del terremoto,  dove parcheggiamo nella'area antistante all'entrata della villa (N 44░ 44' 26" - E 11░ 48' 58") vicino ad un'area pic-nic dove vi sono anche delle piste ciclabili. Arriviamo in prossimitÓ dell'ora di chiusura antimeridiana, ma la gentilissima custode ci permette di visitare l'interno della villa con calma perchŔ comunque per lei non era un problema. Si tratta di una residenza estiva dei D'Este modifica nella forma attuale verso la metÓ del '500. L'interno ospita non Ŕ arredato e si possono vedere i resti di alcuni affreschi e di stucchi risalenti al '700, nelle sale al piano terra vi Ŕ ospitato un piccolo museo con reperti provenienti dalla necropoli dei Fadieni. Al piano superiore vi Ŕ una mostra sulla civiltÓ contadina con modellini che riproducono un'azienda agricole della prima metÓ del secolo scorso. Alla fine della visita, la custode ci accompagna lungo un portico alla chiesetta del '500 che conserva alcuni affreschi del '900. Dopo la pausa pranzo ci dirigiamo verso la Delizia di Belriguardo (N 44.753178 - E 11.755980). Arriviamo con un vento gelido che poco invoglia alla visita, rimaniamo molto delusi per lo stato di abbandono del grande complesso del '500 che in origine doveva essere molto bello tanto da essere chiamato la Versailles degli Estensi, ma che negli ultimi secoli Ŕ stata utilizzata come ricovero per animali e attrezzi da lavoro... Non riusciamo a vedere nemmeno l'unica sala di pregio rimasta, che ospita anche reperti archeologici perchŔ Ŕ ancora chiusa e fa troppo freddo per attendere l'apertura. Continuiamo con percorso preventivato e ci portiamo a Stellata per visitare la Rocca, nel frattempo il tempo si Ŕ messo al peggio e piove forte, arriviamo sul posto (N 44.950610 - E 11.420762) vi Ŕ un parcheggio su sterrato non accessibile oggi in quanto fangoso per la pioggia pertanto decidiamo di ritornare sulla strada principale e raggiungere la Rocca dalla parte opposta, troviamo un cantiere perchŔ la Rocca Ŕ in ristrutturazione per il terremoto; su questo lato non vi Ŕ possibilitÓ di parcheggiare. A questo punto, visto il tempo e l'ora decidiamo di tornare a casa.
KM percorsi 183

 

Gallerie fotografiche

Galleria fotografica di Cento Galleria fotografica di Argenta
   
Galleria fotografica della Delizia Estense del Verginese Galleria fotografica della Delizia di Belriguardo

 

Emilia Romagna